Buccia di banana: benefici, proprietà e come usarla

La banana è uno dei frutti più consumati e amati in Italia, un po’ per la sua versatilità e un po’ perché è ricco di molte buone sostanze. Famosa per il suo contenuto di potassio, ma possiede anche tanto ferro e vari tipi di vitamine. Il frutto come sapete è dolce e si presta bene nella preparazione di moltissime ricette.

Di questo frutto si consuma la polpa. La buccia di banana invece di solito è destinata a essere gettata come scarto, un rifiuto anche piuttosto fastidioso. Tuttavia come spesso accade, ciò che si butta può essere utilizzato in un altro modo prima, così da sfruttarla completamente e ottenere diversi tipi di benefici per il corpo umano. Nel corso dell’articolo vi parlo proprio di questo e vi spiego anche se la buccia di banana è commestibile oppure no.

Buccia di banana: benefici e proprietà

Per rispondere alla domanda di poco fa, si, la buccia di banana è commestibile! Dopo però vi spiego come, anche perché è molto spessa e amara e questo sicuramente può essere un ostacolo al consumo, senza considerare che mangiare qualcosa che fino a ieri si è ritenuto non commestibile non è facile.

Se non volete provarla, sappiate che la potete utilizzare però per un uso esterno. È infatti un’alleata per la pelle. Altrimenti, la potete impiegare come ingrediente principale per la preparazione di un infuso molto benefico di cui parleremo più avanti.

Dunque, ricordatevi che la buccia di questo alimento non necessariamente deve finire nel cestino non appena avete mangiato la dolce polpa del frutto, ma bensì può essere un rimedio versatile per la salute del corpo. Vi state domandando come? Scopriamolo subito. Ecco le sue proprietà e benefici riscontrati.

  1. Proprietà antiossidanti

    La buccia della banana, secondo gli esperti, ha delle buone proprietà antiossidanti che si dimostrano utili per combattere i radicali liberi. Dovete comunque fare uso di una buccia fresca, ovviamente questo vale per ogni rimedio che la vede come protagonista, sia quelli di uso interno sia quelli di uso esterno. L’azione antiossidante è ottima quindi per prevenire e combattere le dannose molecole che sono appunto note come “radicali liberi”, sempre le stesse responsabili della comparsa di alcune malattie degenerative.

  2. Proprietà antinfiammatorie

    Nella buccia di banana sono stati riscontrati anche composti dall’azione antinfiammatoria. Quindi utili per lenire numerosi disturbi. Quelli più frequenti che possiamo ricordarvi sono il mal di denti, il mal di schiena e il mal di testa. Queste sono le proprietà più note della buccia ma non finiscono qui.

  3. Cuore

    È apprezzata anche per il cuore! Più precisamente, la quantità di fibre è utile per tenere a freno il colesterolo cattivo (LDL). Dunque, cercate di non gettare via la buccia e utilizzatela in maniera intelligente visto che oltre a quanto appena detto, pare anche rivelarsi indicata per regolare la pressione del sangue. Vi basta assumere la bevanda, la ricetta vi sarà mostrata poco più avanti.

  4. Proprietà digestive

    Potete usare la buccia anche per acquisire utili effetti a livello digestivo. Non è un caso se la buccia di banana è per molti un rimedio naturale contro la stitichezza. Può infatti aumentare la motilità intestinale e favorire la digestione dopo i pasti. Tutto questo grazie alle fibre presenti in essa.

  5. Contro il prurito

    Utilizzata a livello topico la buccia di banana è una buona alleata per la sua azione lenitiva e antifiammatoria, la quale si dimostra utile contro le punture d’insetto. Quindi potete calmare il gonfiore e anche il prurito, inoltre pare possa anche lenire l’arrossamento causato appunto dalla puntura.

  6. Utile contro la stitichezza

    E’ nella buccia di banana che si concentra la maggior parte della fibra dietetica. Per migliorare il movimento del vostro intestino potete consumarla attraverso un infuso oppure potete mangiarla.

  7. Combatte la ritenzione idrica

    La banana è risaputo che contiene molto potassio, un sale minerale importante per combattere le infiammazioni, anche quelle dei tessuti. In pratica permette di alleviare la ritenzione idrica. Assimilandola va a regolare gli elettroliti. La cosa migliore da fare in questo caso è assumerne circa 2 o 3 tazze ogni giorno.

  8. Sbianca i denti

    La parte bianca della banana ha un effetto sbiancante sui denti, specialmente se si tratta di dover rimuovere le macchie di caffè o nicotina. Se si tratta di macchie molto vecchie potete ottenere un leggero effetto schiarente ma sicuramente lo noterete. Se cercate di sbiancare i denti in modo naturale vi suggerisco di provare con i dentifrici naturali a base di bicarbonato.

  9. Elimina le verruche

    Strofinate la parte bianca della buccia di banana sopra una verruca per facilitare la sua eliminazione. Forse non lo sapete ma anche il “latte” del fico e molto utile a tal proposito. La banana offre questo effetto perché contiene delle sostanze acide che regolano il pH cutaneo della pelle.

  10. Riduce i lividi

    Secondo la medicina popolare, applicando la parte bianca della buccia di banana sulla pelle è possibile ridurre sia il livido che il dolore. Questo perché le sostanze presenti al suo interno migliorano la circolazione sanguigna e promuovono l’ossigenazione cellulare.

  11. Contrasta il mal di testa

    Non funziona magari con un mal di testa molto forte ma almeno, potete sempre provare qualora per esempio avete finito gli analgesici. I sali minerali della banana migliorano la circolazione e riducono anche lo stress ossidativo. Per ottenere benefici potete sia bere il tè di bucce di banane due o tre volte al giorno oppure posizionando la parte bianca sulla fronte e sulla parte posteriore del collo, lasciandola agire per 10 o 15 minuti.

  12. Riduce l’acne

    La buccia di banana se applicata localmente sulla pelle aiuta a combattere acne e punti neri. Un effetto possibile grazie agli acidi organici che si trovano nella buccia e che a contatto con l’epidermide regolano il pH. Porta il sebo a uscire dai pori, impedendoli così di stazionare e infiammare la zona.

  13. Contro la depressione e il cattivo umore

    Grazie al triptofano la buccia di banana può essere consumata per combattere gli stati depressivi, l’ansia, lo stress e il cattivo umore. Questo perché il triptofano stimola la produzione di serotonina, l’ormone della felicità e del buon umore.

Buccia di banana: usi

La buccia di banana trova impiego per la preparazione di infusi o per uso topico. Ecco quindi come potete sfruttarla, qui sotto sono disponibili alcuni rimedi utili in varie situazioni.

  • Strofinala sulla pelle contro il prurito delle punture d’insetto. Potete avvalervi di molti rimedi fai da te per il trattamento delle punture da parte degli insetti. In questo caso però vi basta solamente prendere la buccia di banana (anche un pezzetto) e strofinarla nel punto dove siete stati pinzati dall’insetto. In genere per notare qualche miglioramento occorrono almeno due applicazioni giornaliere! Ovviamente dovete anche considerare quale insetto vi ha punto e la reazione da parte del vostro organismo, se per esempio avete un’allergia (anche lieve) a un tipo di insetto, la buccia di banana servirà a ben poco.
  • Infuso per il benessere del cuore. Per acquisire benefici a livello cardiocircolatorio viene suggerito l’infuso, più precisamente il tè a base di buccia di banana. Lo potete consumare 1 volta ogni due giorni, anche la mattina dopo una ricca colazione.
  • Azione sbiancante sui denti. La buccia di banana può sbiancare i denti. Tuttavia non pensate che possa offrire una pulizia dei denti come quella del dentista, però se avete bisogno di farli indietreggiare di qualche tonalità potete provare. Non dovete fare altro che togliere la buccia, tagliarne un pezzo e strofinarla sui denti. Utilizzate la parte interna, ovvero dove è contenuta la polpa del frutto. Successivamente potete lavarvi i denti con lo spazzolino e il dentifricio.
  • Applicate la buccia di banana sulla fronte contro il mal di testa. La buccia la potete utilizzare anche come “cerotto”, quindi dovete solo adagiarla (la parte interna a contatto con la pelle) sulla fronte. Fate passare venti minuti circa, dopodiché potete toglierla e sciacquare la zona.
  • Tisana alla buccia di banana prima di dormire. Sempre grazie al tè alla banana potete migliorare la qualità del sonno e combattere l’insonnia. Dovete assumerlo poco prima di dormire. Pare adatto anche in caso di stress. Chiedete comunque a un medico nutrizionista maggiori informazioni.
  • Maschera per il viso, contro acne e punti neri. Per combattere acne e punti neri strofinate la parte bianca della buccia di banana sulla pelle colpita da acne e punti neri. Lasciate agire per 15 minuti e sciacquate con cura con acqua tiepida. Ricordatevi di eseguire questo trattamento ogni giorno.
  • Usala per rimuovere le verruche. Mettete un pezzo di banana sulla verruca e tenetela fissa con un pezzo di nastro adesivo, lasciandola agire per tutta la notte. Ripetete questo trattamento fino a quando la verruca non scompare.
  • Come mangiare la buccia di banana. Per concludere vediamo come potete mangiare la buccia di banana. Non siete abituati a mangiarla e questo chiaramente vi induce a ritenerla non commestibile. Sembra però che nonostante il sapore amaro e la buccia spessa, faccia bene. Il miglior modo per consumarla è lasciarla maturare fino a quando non diventa marrone. E’ molto più dolce ed più fine. Capisco bene che può esserci il timore dei germi, in questo caso lasciatela bollire per 10 minuti e se volete a questo punto frullatela.

Come preparare il tè alla banana

Avete già sentito più volte parlare di questo tè alla banana nel corso di questo articolo. Se la cosa vi ha incuriosito a tal punto che vi siete decisi a riprodurlo nella vostra cucina, qui vi spiego come procedere nel dettaglio. Ecco come fare, una ricetta semplice e veloce i cui benefici sono svariati.

Tutto ciò che vi occorre su di un litro d’acqua e una buccia di banana. Altrimenti metà buccia di banana per 500 ml d’acqua. C’è chi aggiunge anche la cannella, ma si tratta di un ingrediente facoltativo. Il procedimento è il seguente.

Prendete il frutto e adagiatelo dentro un pentolino in acqua bollente. Ricordatevi di togliere prima entrambe le estremità dell’alimento. Fate passare almeno otto minuti di cottura, meglio anche dieci. Attendete che si raffreddi un po’, successivamente filtrate prima di assumere. Potete unire del miele e come detto precedentemente anche della cannella quanto basta.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.