Benefici piantaggine: proprietà e usi per ritrovare la salute

La maggior parte delle persone la vede come un’erbaccia persistente che spunta nei giardini, nei prati o dalle crepe dei marciapiedi. In realtà la piantaggine è una delle piante medicinali più potenti che la natura ci abbia mai regalato. I suoi benefici infatti sono incredibili e possiamo usarli per il nostro benessere.

Seguici su Instagram

In quelle folte foglie verdi, nei piccoli germogli e nel gambo si nasconde un potenziale nutritivo straordinario che potrebbe aiutare le persone in situazioni difficili come cicli mestruali dolorosi, acne e dolori articolari. Ci sarà un motivo se la piantaggine è stata per secoli una delle piante più utilizzate in ambito curativo?

Benefici e proprietà della Piantaggine

  • La Piantaggine è ottima se applicata sulle ferite, questo per il suo effetto cicatrizzante. Viene in questo caso utilizzato un impacco locale e poi mantenuto stretto attraverso un bendaggio.
  • In passato la piantaggine era molto utilizzata come astringente su ferite e punture d’insetto. Basta semplicemente masticare o frantumare le foglie in modo da ottenere una poltiglia efficace nell’assorbire il veleno delle punture e nel prevenire infezioni e cicatrici.
  • Se ha dei problemi digestivi cronici causati da antibiotici, allergie alimentari o altro, la piantaggine potrebbe essere un’efficace soluzione. Numerose testimonianze hanno confermato come le foglie e i semi di questa pianta aiutino a ridurre l’infiammazione e a riparare i danni subiti nel rivestimento intestinale.
  • I semi possono essere utilizzati anche per mantenere pulito tutto l’apparato digerente, mentre l’estratto ricavato dalle foglie è l’ideale per riequilibrare i processi digestivi.
  • La Piantaggine aiuta in caso di raffreddore e congestione delle vie respiratorie. Essendo ricca di silicio, la piantaggine è una pianta dalle ottime proprietà espettoranti. Questo significa che ti aiuta a liberare le vie respiratorie dal muco in caso di raffreddore, tosse e altri disturbi respiratori.
  • Le stesse proprietà astringenti che rendono la piantaggine un ottimo rimedio per guarire le ferite, la rendono efficace anche in caso di emorroidi. La pianta, sotto forma di lozione o pomata, andrà applicata sulle emorroidi in modo da interrompere il flusso di sangue.
  • La Piantaggine aiuta a combattere tutte le malattie del sistema circolatorio e non solo… Stando a quanto riportato nel “The American Materia Medica, Therapeutics and Pharmacognosy” nell’anno 1919 dal Dottor Finley Ellingwood, questa puanta offre i suoi incredibili benefici un po’ per tutte quante le malattie che riguardano il sangue, ma anche per quanto riguarda i disturbi intestinali e l’avvelenamento da mercurio.
  • Puoi anche utilizzare la piantaggine per alleviare i sintomi dell’asma oppure quelli della pertosse.

Come usare la piantaggine in cucina

Potete utilizzare la piantaggine in cucina in diversi modi. Inoltre a voi la scelta se la volete cruda o cotta. Per esempio potete aggiungerla a dell’insalata così da arricchirla a livello di proprietà nutritive, oppure potete usarla per realizzare delle ottime torte salate, dei ravioli, dei fagottini o anche delle ottime frittate. Chiaramente potete unirla a tanti altri ingredienti.

Loading...

Seguici su Instagram

Potete impiegarla per realizzare un pesto di erbe buono sia per condire la pasta sia per condire pesce o carne. Vi consiglio di abbinarla con altre piante come il tarassaco. Le foglie tenete in considerazione che tendono a tingere gli alimenti perciò potete pensare di impiegarlo proprio per rendere più colorate le vostre pietanze.

Ci sono controindicazioni?

Nonostante i benefici della piantaggine sono numerosi, occorre precisare che esistono anche delle controindicazioni. Prima di tutto la pianta può provocare allergie alle persone per via del suo polline che potrebbe essere depositato sulle foglie. Tolte le allergie comunque non ci sono particolari controindicazioni. Come tutti i rimedi naturali però non dovreste prenderlo alla leggera e in caso di dubbi è sicuramente un bene parlarne con il medico curante.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.