Come usare il Carbone Attivo per dinistossicare il nostro corpo dalle sostanze chimiche

Nel 1831 il professor Touery (in presenza dei suoi colleghi dell’Accademia francese di medicina) bevve una dose letale di stricinina, e con loro grande sorpresa, sopravvisse. Egli combinò il veleno con del carbone attivo.

Seguici su Telegram

Il carbone attivo è uno dei rimedi probabilmente più efficaci conosciuti oggigiorno, in caso ci sia un imminente bisogno di depurare il nostro tratto gastrointestinale. Può essere utilizzato in caso di avvelenamento dovuto a qualsiasi tipo di tossina.

Il carbone attivo, è una sostanza spugnosa formata da diverse sostanze contenenti carbonio di origine naturale, che riduce l’assorbimento di sostanze velenose del 60%. In poche parole, il carbone attivo, è carbone trattato con dell’ossigeno a delle temperature molto elevate, la sua composizione chimica è molto simile a quella della grafite. Grazie ai numerosi pori sulla sua superficie, il carbone attivo possiede delle proprietà assorbenti e catalitiche molto utili.

Loading...

Un cucchiaino di carbone attivo ha una superficie di circa 93 m2 . Questa sostanza assorbe e aiuta ad eliminare le tossine, i metalli pesanti, sostanze chimiche , farmaci, morfina e pesticidi dal nostro corpo.

I vantaggi del carbone attivo e quando usarlo

  • Avvelenamento da varie sostanze chimiche come farmaci, metalli pesanti tossici, alcaloidi:
  • Disintossicazione generale del corpo;
  • Intossicazione alimentare;
  • Problemi legati allo stomaco come l’eccesso di gas, diarrea o indigestione;
  • Cattivo odore del corpo e l’alito cattiv:o;
  • Epatite: cronica e virale;
  • Sindrome da astinenza (tendenzialmente è utilizzata per l’alcolismo e non per la tossicodipendenza);
  • Intossicazione causata dalla chemioterapia o dalla radioterapia;
  • Varie malattie della pelle;
  • Infiammazioni:
  • Aiuta a ridurre il colesterolo, i trigliceridi e i lipidi nel sangue.
Di fondamentale importanza è capire che il carbone attivo NON impoverisce il nostro corpo delle sostanze nutrienti già assunte. Nel suo libro “Activated Charcoal”, David O. Cooney spiega: 
“Il carbone attivo aggiunto alla dieta delle pecore ( 5% della dieta totale) per sei mesi non ha causato una perdita di sostanze nutritive rispetto alle pecore che non ricevono carbone.”

Non ha perciò alterato i livelli nel sangue o nelle urine urinarii di: calcio, rame, ferro, magnesio, fosforo inorganico, potassio, sodio, zinco, creatinina, acido urico, azoto ureico, fosfatasialcalina.

Seguici su Telegram

Il carbone attivo è spesso presente come ingrediente nei prodotti per la disintossicazione del corpo. È possibile trovarlo varie forme come in polvere, liquido o in capsule. Decidi tu in quale forma assumerlo in base alle tue esigenze.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.
Loading...

[yuzo_related]

Aggiungi un Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner