Fibromi penduli: rimedi della nonna, cause e possibili cure

Sappiamo benissimo quanto conta per una persona lo stato di salute della propria pelle. Molte persone arrivano a spendere cifre esorbitanti per mantenere una pelle bella e “apparentemente” sana, ma questi non sanno che la salute fisica “esteriore” è strettamente connessa a quella “interiore”. Tra i tanti problemi che si possono manifestare a livello dermatologico troviamo i fibromi penduli. Rimedi della nonna e cure mediche possono aiutare a risolvere il problema.

Seguici su Instagram

Agire a livello cutaneo con creme da centinaia di euro servirà solo ad arricchire ulteriormente le grandi aziende del settore estetico, quando invece basterebbe seguire alcuni semplici e più efficaci rimedi con prodotti naturali ed economici.

Prima di tutto diamo una breve panoramica sui principali problemi legati alla pelle come le verruche, punti neri, fibromi penduli, nei e macchie dell’età.

Loading...

I fibromi penduli sono escescenze cutanee benigne e quando diventano particolarmente grandi possono anche pendere verso il basso. Ecco perché si parla di “penduli”. Se non trattato può arrivare a misurare alcuni centimetri di diametro.

Cause dei fibromi penduli, perché compaiono? 

I fibromi penduli sono quelle escrescenze cutanee (pelle in eccesso) che compaiono in molte parti del nostro corpo, soprattutto nella zona del collo e delle ascelle. La causa principale di queste escrescenze è dovuta allo continuo sfregamento della pelle nella zona interessata, non è da escludere anche una componente di predisposizione genetica. Le persone sovrappeso hanno ovviamente una maggiore predisposizione per via delle eventuali pieghe (quindi maggiori sollecitazioni) della pelle.

I fibromi penduli possono essere causati anche da processi infiammatori in corso, tuttavia non è ancora stata dimostrata completamente questa correlazione. Trattandosi di un problema dalla natura benigna per il momento non sono stati fatti troppi studi sull’argomento.

Un’altra possibile causa è quella ormonale. Questo perché è stato constatato che nelle donne, superati i cinquant’anni ed entrando nella fase della menopausa, il rischio di vederli insorgere è superiore.

Altri problemi della pelle che possono comparire

Esistono altri problemi della pelle, qui sotto vi elenco i più comuni e quelli che non devono essere confusi con i classici fibromi. Ognuna di queste condizioni deve quasi sempre essere vista da un esperto per capire qual è la situazione migliore.

  • Verruche: sono il sintomo di un profondo disturbo del nostro corpo e spesso sono causate dal Papilloma Virus. Esistono diverse tipologie di verruche che cambiano a seconda del disturbo ormonale. Nei bambini di solito appaiono in seguito ad uno squilibrio del sistema immunitario.
  • Nei: sono la più comune e diffusa patologia della pelle. La maggior parte di essi è innocua e quindi non dannosa per il nostro corpo. L’aspetto di un neo ci può dire molto sulla sua natura ed è il primo passo per la prevenzione di eventuali tumori della pelle.
  • Punti neri: sono un disturbo legato esclusivamente alla pelle (causa-effetto) poiché si formano a causa di eccessivo accumulo di sporcizia nei pori della pelle.
  • Macchie dell’età: Come indica il nome stesso sono macchie legate all’avanzare dell’età e quindi all’invecchiamento della pelle. La causa esterna principale è l’esposizione della pelle ai raggi ultravioletti.

Come rimuovere i fibromi penduli

Partiamo dal discorso che i fibromi penduli non potete rimuoverli da soli. Dovete anzi andare da un dermatologo affinché sia lui a consigliarvi la strada più giusta da intraprendere. Anche se sono dei tumori, sono sempre benigni e la possibilità che diventino maligni è scarsissima. La sua eliminazione è più che altro legata a un fattore estetico o di fastido.

Per togliere i fibromi quindi dovete ricorrere all’escissione. Di base è suggerito procedere quando la parte è a rischio di traumi oppure può infastidire, come quando si trova in un punto che riduce il campo visivo. Si tratta di una piccola operazione non dolorosa ed effettuata con il bisturi. Se ci fosse sanguinamento la parte viene cauterizzata.

Fibromi penduli, rimedi della nonna per contrastarli

I rimedi naturali non sono la soluzione definitiva per la rimozione di fibromi penduli, nei, verruche etc. Tuttavia se volete provare qui sotto vi offriamo una serie di consigli utili per attingere a ciò che la natura mette a nostra disposizione.

Aglio

Quando si tratta di rimedi per verruche, nei e fibromi penduli, l’aglio è senza dubbio la migliore medicina naturale. Per utilizzarlo al meglio spremetelo e applicatelo delicatamente sul neo, verruca o fibroma pendulo. Dopo averlo applicato, coprite la zona interessata con un cerotto. Ripetete questa procedura 2 o 3 volte al giorno fino alla completa scomparsa del problema.

Seguici su Instagram

Succo di anans

Il succo di anans è composto dalla bromelina, un enzima utile per la sua azione antinfiammatoria. Sembra che vada a ridurre le dimensioni del fibroma e inoltre può giocare un ruolo importante anche nella prevenzione del problema stesso. Potete usarlo per provare a evitare il contagio in altre zone del corpo.

Tea Tree Oil

Il tea tree oil è un olio essenziale utile contro fibromi e verruche. Bastano due o tre gocce sulla zona per evitare che si espanda ulteriormente. Nel caso delle verruche può anche arrivare a rimuoverle.

Aceto di Mele

Che ci crediate o no, l’aceto di mele è uno dei più potenti ed efficaci farmaci naturalmente disponibili per combattere i disturbi alla pelle. Si può utilizzare per rimuovere i fibromi penduli, verruche e punti neri. Per molti si tratta del miglior rimedio naturale per la rimozione di verruche. In realtà l’aceto di mele ha delle importanti proprietà anti-batteriche e anti-infiammatorie che aiutano in maniera specifica a combattere le più comuni cause delle verruche. Ecco come utilizzare l’aceto di mele per curare le verruche:

Detergere la pelle prima di applicare l’aceto di mele su di essa. Immerge un batuffolo di cotone nell’aceto e applicarlo sulla verruca. Mettere un cerotto sulla zona interessata e rimuoverlo dopo un giorno. Il modo migliore per eseguire questo trattamento è dormire bene la notte e rimuovere il cerotto l’indomani mattina.

Banana

Questo frutto è utilissimo per risolvere diversi problemi della pelle. Molte persone conoscono le straordinarie proprietà della banana, ma in pochi conoscono la sua utilità per quanto riguarda i problemi della pelle. Esistono molte ricerche scientifiche che lo dimostrano. Ecco come usare la banana come rimedio naturale:

Sbucciare la banana e applicarla sulle verruche o sui fibromi penduli. Coprire la zona interessata con un cerotto. Questo semplice metodo andrebbe fatto la notte prima di andare a letto, per poi rimuovere il cerotto l’indomani mattina. Ripetere questo trattamento per diverse volte, entro una settimana i fibromi diventeranno morbidissimi.

Miele Grezzo

Il miele è uno dei migliori prodotti naturali disponibili per la nostra salute, nello specifico è una soluzione efficace per i problemi alla pelle. Il miele grezzo non è molto facile da trovare, all’inizio bisogna trovare il fornitore di fiducia. Questo fantastico prodotto ha delle note proprietà anti-batteriche e anti-virali. Ecco come usare il miele grezzo come rimedio naturale:

Applicare un strato di miele sulla zona della pelle dove sono presenti nei e verruche. Coprire con un cerotto e levarlo dopo 24 ore. Ripetere il trattamento più volte fino alla risoluzione del problema.

Limone

Il limone è la fonte perfetta di acido citrico, che agisce come sbiancante per il corpo e per la pelle. Il succo di limone è la miglior soluzione per la rimozione delle macchie scure della pelle dovute principalmente all’invecchiamento.

Spremere un limone in una ciotola, con l’aiuto di un batuffolo di cotone applicare sulla zona della pelle macchiata. Ripetere il trattamento almeno 2 volte al giorno per un risultato più rapido.

Vapore

Uno dei metodi più efficaci per sbarazzarsi dei punti neri sono i bagni di vapore. Tutto quello che bisogna fare è bollire dell’acqua calda ed esporre il viso ai fumi che salgono dopo l’ebollizione. Così facendo apriremo i pori ostruiti e sarà più facile rimuovere i punti neri attraverso la pulizia del viso.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

3 Comments

  1. Afra.gattuso@ libero.it
  2. Elvira
    • Tizia

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner