Orologio degli organi: cos’è e come funziona l’orologio interno.

La medicina tradizionale cinese è una pratica millenaria, ricca di storia e di fascino. Quando guardiamo a lei non possiamo far altro che rimanere sorpresi nello scoprire le tante cose che mette a nostra disposizione. Oggi vi parliamo infatti dell’orologio degli organi.

Seguici su Instagram

Secondo la medicina cinese il nostro corpo possiede una specie di orologio interno. Gli organi seguono un programma preciso per la riparazione e la manutenzione, ma anche per rimanere attivi.

Quando all’improvviso durante la giornata si manifesta un dolore che dura poco e poi se ne va, potrebbe trattarsi proprio di un segnale da parte di un organo che è entrato in modalità manutenzione. Noi sentiamo quel fastidio perché è il risultato dell’energia che necessariamente deve essere impiegata per portare a termine tutto questo procedimento. Significa che in quel momento l’energia è massima in quell’organo.

Loading...

Orologio biologico: quali sono queste fasce orarie

Non sono appuntamenti casuali. La medicina tradizionale cinese ha stilato una serie di fasce orarie durante le quali un organo lavora di più. In questo articolo vogliamo appunto spiegarvi quali sono. Perché è importante conoscerle? Per il semplice fatto che in quelle fasce orarie ci sono delle attività che è bene svolgere per sfruttare al massimo i picchi di energia del nostro corpo.

dalle 3 alle 5 di mattina, l’energia massima è ai polmoni

Durante questa fascia oraria l’energia massima è ai polmoni. Sono loro i primi a essere attraversati perché da qui vi è la spinta per il movimento dell’energia all’interno di tutto il corpo. Quando siamo all’interno di questo orario possiamo approfittarne per fare varie cose, possiamo per esempio eseguire delle meditazioni statiche o semplicemente concentrarci sul nostro respiro che entra ed esce.

E’ normale in questa fascia oraria avere un colpo di tosse. I polmoni cercano di espellere i rifiuti. Prendete quindi in considerazione di rivedere il vostro stile di vita, compresa la dieta, così da renderla più salutare.

Dalle 5 alle 7 di mattina, l’energia massima è all’intestino crasso

In questa fascia oraria è l’intestino crasso ad accogliere il picco massimo di energia. Come possiamo sfruttare queste due ore al meglio? Secondo i cinesi la cosa migliore da fare è svuotare l’intestino proprio perché ha una migliore capacità di espulsione delle scorie. Possiamo perciò bere dell’acqua tiepida con un po’ di limone così da migliorare tutto il processo.

Cercate invece di evitare in questo momento della giornata di assumere caffeina. Dovete invece bere acqua. L’acqua permette invece di effettuare le manutenzioni e di mantenere una buona digestione, aiuta a rallentare l’invecchiamento e normalizzare il peso.

Dalle 7 alle 9 di mattina, l’energia maggiore è nel nostro stomaco

Lo stomaco svolge l’importantissima funzione della digestione, in particolar modo ci consente la digestione delle proteine. Perciò dalle 7 alle 9 di mattina, visto che il picco massimo del Ki è nello stomaco, dovremo dedicarci a una buona colazione, però attenzione a non sovraccaricare lo stomaco che sta già lavorando per la sua riparazione. Molto meglio assumere succhi di verdura fresca.

Dalle 9 alle 11 di mattina, l’energia maggiore è nella milza

La milza è un organo importantissimo. Il suo scopo infatti, stando sempre a quanto credono i medici orientali, è quello di trasformare il cibo in energia. Dopo questa energia viene spartita tra tutti gli altri organi del corpo. Ecco perché questa fascia oraria è adatta per fare colazione. Se doniamo al corpo l’energia di cui ha bisogno non ci sono cali di energia e l’attenzione resta al massimo.

Seguici su Instagram

Durante questa fascia oraria potreste sentirvi un po’ deboli. Questo perché la milza lavora con il fegato ma anche con il sistema immunitario. Quando è sovraccaricata potreste andare incontro a influenza e raffreddore. Se la milza è in buona salute ecco che vengono prodotti i giusti anticorpi.

Dalle 11 alle 13, l’energia maggiore è nel cuore

Quando siamo all’interno di questa fascia oraria è il cuore quello in fase di manutenzione, perciò ha il picco massimo di energia. Non è un buon momento per affaticarlo, perciò evitiamo in questo periodo ogni tipo di stress prolungato. Molto meglio dedicarsi al pranzo e rilassarci. Non andiamo sotto il sole estivo e non dedichiamoci agli esercizi fisici. Può essere ansi un buon momento della giornata per praticare un po’ di meditazione o leggere. In questa fascia oraria sembra inoltre che vi siano il 70% degli infarti.

Dalle 13 alle 15 del pomeriggio, l’energia massima è all’intestino tenue

Anche in questa fascia oraria dobbiamo evitare il più possibile di sottoporre il nostro corpo a sforzi eccessivi, non solo a livello fisico ma anche mentale. Questo perché l’organismo sta assimilando il pranzo per ricavarne l’energia.

In questa fascia oraria si è più inclini a soffrire di disturbi digestivi ma soprattutto ad avere una pancia gonfia e dolente. Probabilmente dobbiamo rivedere la nostra dieta perché il cibo che assumiamo non lo digeriamo bene.

Dalle 15 alle 17 del pomeriggio, l’energia massima è alla vescica

E’ dalle 15 alle 17 del pomeriggio che il nostro corpo può sopportare i lavori più impegnativi, sia fisici che mentali. Questo perché il cibo è stato trasformato in energia è adatto il picco è alla vescica.

Dalle 17 alle 19 del pomeriggio, l’energia massima è ai reni

Secondo la medicina tradizionale cinese i reni sono importantissimi (non solo a livello fisico come per noi) da un punto di vista energetico. Sono considerati infatti la sede dell’energia vitale. Fate attenzione perché in questa fascia oraria potete avvertire dei cali, ecco perché dovreste mangiare qualcosa così da stimolare i reni in tutte quante le sue funzioni.

In questo orario possiamo notare un po’ di stanchezza, ecco perché una buona idea è proprio quella di fare un pisolino, così da rilassarsi e lasciare i reni lavorare senza sovraffaticarli.

Dalle 19 alle 21 della sera, l’energia massima è al pericardio

La medicina orientale cinese ha individuato questa fascia oraria come la migliore per svolgere attività rilassanti, come per esempio la meditazione, ma anche leggere, oppure svolgere un po’ di attività fisica come per esempio la meditazione camminata. Potete fare ciò che non richiede molto sforzo insomma e che magari vi aiuta a prepararvi alle ore di sonno che tra poco vi aspettano. Questo perché il pericardio essendo la membrana sierona che protegge il cuore, non deve essere sotto stress quando accoglie il momento massimo di energia. Evitate anche grandi abbuffate.

Dalle 21 alle 23 della sera, l’energia massima è al triplice riscaldatore

E’ un meridiano energetico riconosciuto dalle antiche tradizioni orientali. E’ in rapporto con tanti organi e visceri. E’ il momento migliore per cercare di dormire. Il triplice riscaldatore è un organo di materia fine e si trova all’altezza dello stomaco. Il suo scopo è quello di trasformare gli alimenti in energia.

Dalle 23:00 alle 1 di notte, l’energia massima è alla cistifellea

In questa fascia oraria già dobbiamo dormire. Questo perché altrimenti si esauriscono quelle energie che invece sono importanti per gli altri organi, in particolar modo il fegato, che infatti vede il picco di energia proprio nella fascia oraria successiva.

Dalle 1 alle 3 di notte, l’energia massima è al fegato

Con il fegato si conclude la l’orologio degli organi, è l’ultima fascia oraria prima di riprendere il giro. Dovete riposare a questo orario perché il fegato è al suo picco massimo di energia e serve perciò disintossicarlo.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner