10 consigli per pulire e profumare il bagno in maniera impeccabile

Sebbene pulire il bagno sia una delle attività domestiche più noiose, è anche quella che richiede maggior cura perché l’igiene in questa stanza è assolutamente prioritaria. Per garantire una corretta igiene è necessario pulire quotidianamente con metodo e impegno.

Seguici su Instagram

Con qualche piccolo accorgimento e senza troppa fatica è possibile avere un bagno sempre pulito e profumato. Da preferire sono i prodotti naturali, come il bicarbonato, l’aceto e l’acqua ossigenata, che igienizzano rispettando l’ambiente e, oltretutto, sono economici. Ecco 10 consigli per pulire e profumare il bagno in maniera impeccabile.

1. Le piastrelle

Le piastrelle del bagno vanno pulite con una certa frequenza, altrimenti si verificano accumuli di sporco, calcare e muffa difficili da rimuovere. Per le piastrelle del pavimento, sciogli un cucchiaio di sapone in 2 litri di acqua e unisci 1/2 bicchiere di bicarbonato di sodio e 1/2 di aceto bianco, che hanno potere sbiancante e sgrassante. Per profumare aggiungi 20 gocce di un olio essenziale a tua scelta.

Loading...

Al fine di rimuovere il calcare dalle piastrelle del muro, prepara una soluzione composta da 1 parte di aceto e 2 di acqua, lasciala agire per 30 minuti e asciuga con un panno morbido.

2. Le fughe tra le piastrelle

Con il tempo, le fughe delle piastrelle anneriscono a causa dell’accumulo di sporco e muffa. Per sbiancarle utilizza del bicarbonato mischiato a un po’ di acqua ossigenata e, con l’ausilio di un vecchio spazzolino da denti, strofina energicamente in modo da eliminare tutte le impurità.

In alternativa, prepara un composto schiumoso con 1/2 tazza di aceto bianco, 1/2 limone spremuto, 100 ml di acqua e 200 gr di bicarbonato e procedi come sopra.

3. Pulire il soffione della doccia

Crea una soluzione con una parte di acqua fredda e una parte di aceto bianco; smonta il soffione e immergilo nella bacinella, oppure riempi un sacchetto di plastica con la soluzione e fissalo al bulbo della doccia, bloccando il tutto con un elastico.

Lascia in ammollo per 2 ore o per tutta la notte, fino a quando il calcare si sarà sgretolato, quindi apri il rubinetto della doccia in modo da far cadere i residui di calcare. Se alcuni fori sono rimasti occlusi, liberali con un ago.

4. Igienizzare i sanitari

Il migliore alleato per pulire il wc è la candeggina. Utilizza un paio di guanti e una spugnetta che riserverai a questo compito. Diluisci la candeggina in acqua calda e inizia a pulire partendo dalla tavoletta. Per l’area sotto il bordo, aiutati con lo scopino, mentre per le zone difficili da raggiungere con la spugna, come le giunture, utilizza un vecchio spazzolino da denti.

Dopo aver risciacquato bene, spargi del bicarbonato in polvere su tutto il water e sullo scopino, lascialo agire per qualche ora, dopodiché tira l’acqua dello scarico e spazzola. Ora il tuo water dovrebbe essere splendente e libero da germi e incrostazioni.

5. Pulisci lo specchio con aceto e carta di giornale

Lo specchio è il punto focale del bagno, ma è anche uno degli elementi che si sporcano più facilmente a causa del vapore acqueo e delle macchie di dentifricio. Per prima cosa passa un panno asciutto su tutta la superficie dello specchio, così da eliminare lo sporco presente.

Poi applica un po’ di aceto bianco, che ha una funzione lucidante e anti-alone, su un pezzo di giornale e strofinalo sullo specchio per togliere eventuali residui di sporco e renderlo spendente. Infine non ti resta che asciugare lo specchio utilizzando un foglio di giornale pulito.

Seguici su Instagram

6. Muffa

Il bagno è un ambiente particolarmente umido ed è spesso compromesso dalla presenza di muffa, che può interessare sia le superfici piastrellate sia il muro. Per eliminare la muffa dal bagno prepara una soluzione con 1 litro d’acqua, 250 ml di aceto e una tazza di succo di limone. Aggiungi alla miscela alcuni cucchiai di bicarbonato, in modo da potenziare l’azione sbiancante.

Con l’ausilio di uno spazzolino da denti a setole dure, gratta via la muffa dai punti nei quali si forma più facilmente, come le fughe delle piastrelle e lungo la guarnizione del box doccia. Infine, se vuoi evitare che la muffa venga a farti visita, non dimenticare di arieggiare spesso il bagno, aprendo la finestra per far circolare l’aria.

7. La vasca

A causa dell’uso protratto nel tempo, la vasca da bagno può presentare fenomeni di ingiallimento, macchie di sporco e residui di calcare. Alzi la mano chi non ha in casa una bottiglia di aceto? Sappi che questo prodotto è in grado di rimuovere lo sporco più ostinato. Per smacchiare la vasca ingiallita, prepara una pasta con detersivo per i piatti, aceto e bicarbonato e applicala su tutta la vasca.

Lascia agire il composto per 10-15 minuti, dopodiché passa un panno in microfibra e risciacqua accuratamente. Non utilizzare mai spugne o prodotti abrasivi che possono graffiare la superficie.

8. La lavatrice

Pulire la lavatrice è indispensabile per farla durare più a lungo ed evitare cattivi odori. Inizia dall’esterno, utilizzando una soluzione composta da 1/2 litro di acqua, 100 ml di aceto bianco, 1 cucchiaio di sapone di Marsiglia liquido e 1 cucchiaio di bicarbonato. Aggiungi anche qualche goccia di olio essenziale di limone e stendi il composto con una spugnetta o un panno morbido.

Le guarnizioni e la vaschetta dei detersivi torneranno come nuove utilizzando una spugna imbevuta di acqua calda e un po’ di detersivo per il bucato. Per le macchie di muffa usa acqua e candeggina. Pulisci l’interno della lavatrice con acqua e aceto, un ottimo anticalcare naturale. Procedi con un lavaggio a vuoto, così da eliminare eventuali residui e batteri.

9. Ruggine

Per eliminare la ruggine dal water, così come da altri sanitari, spruzza dell’aceto bianco direttamente sulla macchia, cospargi la parte interessata con bicarbonato e strofina con una spugnetta non troppo abrasiva, per preservare lo smalto. Nei casi meno drastici, un ottimo rimedio consiste nel cospargere un po’ di sale sulla macchia e spremerci sopra qualche goccia di limone. Lascia agire per 2-3 ore, poi risciacqua.

Anche la rubinetteria del bagno è facilmente soggetta alla ruggine. Per fare in modo che i rubinetti tornino a brillare, procurati aceto bianco oppure acqua distillata mischiata a succo di limone e armati di buona volontà.

10. Deodorare il bagno

La prima regola per deodorare il bagno è quella di pulire quotidianamente tutte le superfici. Esistono delle soluzioni eco-friendly, come l’aceto e il bicarbonato, che permettono di ottenere risultati di tutto rispetto sia in termini di igiene che di prevenzione della formazione dei cattivi odori.

Per profumare il bagno sono particolarmente indicati gli oli essenziali antisettici, come quello di limone o di tea tree oil. Aggiungendo qualche goccia del tuo olio essenziale preferito alle miscele da spruzzare, i cattivi odori saranno meno percettibili e godrai di un piacevole profumo di freschezza che durerà a lungo.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner