Tutti i benefici della tisana zenzero e limone

Caratteristiche dello zenzero

Lo zenzero (Zingiber officinalis) è un vegetale di tipo erbaceo caratterizzata da un rizoma sviluppato e carnoso, il cui utilizzo è particolarmente apprezzato nelle preparazioni gastronomiche ed anche a scopi terapeutici.

Seguici su Instagram

Grazie al suo forte sapore agrumato ed acidulo, lo zenzero fresco trova largo impiego nella cucina giapponese come fine pasto, soprattutto per eliminare il gusto del pesce o di altre pietanze troppo particolari.

Originario delle zone subtropicali dell’estremo oriente, il rizoma della pianta veniva assunto come rimedio terapeutico contro numerosi disturbi, soprattutto a carico dell’apparato digerente, come nausea, vomito, dispepsia, crampi addominali.

Loading...

Nella cultura occidentale, lo zenzero ha incontrato numerosi favori soltanto di recente, dopo essere stato importato grazie alla gastronomia giapponese, ispirata ai sapori estremi e piccanti.

Impiego dello zenzero presso varie popolazioni

– India
utilizzato sotto forma di pomata per uso topico, il vegetale trova largo impiego anche nella terapia contro cefalea ed emicrania, applicando una pasta semiliquida sulle tempie e sulla fronte.
In molti caso, dopo essere stato affettato, viene aggiunto a bevande calde, come infusi om tisane, per renderle più gustose.
– Birmania
unitamente all’estratto di palma, lo zenzero viene assunto come prevenzione delle sindromi da raffreddamento, sotto forma di bevanda.
– Cina
solitamente impiegato fresco come insaporitore di pietanze, l’estratto del tubero è spesso sminuzzato fino a produrre una polvere che viene cosparsa su piatti di carne e pesce.
Le bevande realizzate con radici essiccate sono considerate efficaci rimedi contro disturbi digestivi e come antidoto per le nausee gravidiche.
– Indonesia
sempre sotto forma di bevanda calda, il tubero fresco trova impiego contro disturbi da raffreddamento, reumatismi articolari, ipertensione, dispepsia ed obesità in quanto contribuisce ad accelerare i processi metabolici.
– Congo
in Africa questo vegetale viene tradizionalmente miscelato alla linfa dell’albero del mango, nella preparazione del tangawisi, una bevanda tipica di questa zona che viene considerata una sorta di panacea per tutti i mali.
– Filippine
assunto in associazione con dolcificanti, per ottenere la famosa bevanda salabat, lo zenzero contribuisce a potenziare il sistema immunitario contrastando qualsiasi disturbo legato alla stagionalità, come raffreddore, mal di gloa, bronchite e tonsillite.
– America
estremamente diffuso sotto forma di integratore alimentare, questo tubero polverizzato viene consumato per contrastare la nausea di tutti i tipi, da quella gravidica a quella da cinetosi, fino a quella legata a malattie neurologiche.

Come si presenta lo zenzero

Lo zenzero è disponibile sotto differenti forme, che sono:
– fresco
si tratta della formulazione più diffusa e reperibile presso i negozi di ortofrutta; si presenta come un tubero dalla forma irregolare e nodosa di colore marrone chiaro, con una polpa giallina tendente al bianco, ed una consistenza molto simile a quella della patata.
Disponibile sia integro che decorticato (meno conservabile), viene utilizzato per numerose preparazioni culinarie;
– polverizzato
la polvere di zenzero essiccato è disponibile in commercio da molto tempo ed ha un costo decisamente inferiore rispetto a quello fresco. Lo si utilizza come insaporitore per molte pietanze, ma anche come integratore con efficaci proprietà terapeutiche nei confronti di disturbi dell’apparato digerente e respiratorio;
– essenza
l’olio essenziale di questo vegetale è reperibile presso le erboristerie e trova impiego per uso topico nella realizzazione di massaggi per migliorare la circolazione sanguigna e quindi l’ossigenazione dei tessuti;
– in pillole
si tratta di compresse contenenti il vegetale in polvere che vengono assunte come rimedio fitoterapico in caso di nausea, pirosi gastrica, flatulenza, dispepsia e problemi alimentari. Molto efficace anche come fluidificante delle secrezioni mucose delle vie aeree superficiali e nei malanni di stagione, grazie alle sue proprietà calmanti e lenitive.

Caratteristiche del limone

Il limone è uno degli agrumi più utilizzati in ambito gastronomico e contemporaneamente anche per scopi terapeutici, in quanto è dotato di numerose proprietà benefiche per l’organismo. Originario dell’India o più probabilmente dell’Arabia, il limone deve il suo nominativo al termine arabo “limon”, che significa agrume.
La pianta che lo produce è caratterizzata dalla proprietà di fiorire continuativamente, producendo una notevolissima quantità di frutti. In seguito a questa peculiarità, il limone è disponibile tutti i mesi dell’anno, con una minima diminuzione soltanto in inverno. A differenza degli altri agrumi, può completare la sua maturazione anche allontanato dalla pianta, per questo motivo i limoni vengono spesso raccolti ancora verdi e dopo il trattamento con sostanze fungicide, vengono cosparsi di cera ed esportati verso paesi esteri, dove completeranno la maturazione.
Per questo motivo, la buccia è spesso ricoperta da sostanze nocive che possono procurare disturbi all’apparato digerente, pertanto sarebbe preferibile consumare frutti provenienti da colture biologiche.
Attualmente i limoni vengono coltivati in ogni parte del mondo, anche se i maggiori produttori di questo agrume sono il Messico, l’India e la Cina.
Le sue proprietà terapeutiche dipendono dall’elevato contenuto di vitamina C, che corrisponde a 38 milligrammi su 100 grammi di frutto fresco.
Oltre ad un’elevata concentrazione di acqua, la sua polpa contiene carboidrati, poche proteine, molta fibra e minerali, soprattutto potassio, fosforo, calcio, magnesio e tracce di ferro, zinco e rame.
La vitamina C, la vitamina A e quelle del gruppo B completano la sua composizione.
La presenza di flavonoidi con proprietà antiossidanti e di fitosteroli contribuisce a rendere questo frutto estremamente benefico per l’organismo.

Seguici su Instagram

Proprietà del limone

– Proprietà depurative, che aiutano a regolarizzare l’intestino, facilitando l’eliminazione di tossine accumulate.
– Salute cardiovascolare, grazie all’elevata concentrazione di vitamina C, il limone protegge il cuore dall’insorgenza di infarto e ictus, e mantiene i valori di pressione arteriosa al di sotto della soglia fisiologica. Anche la concentrazione di colesterolo viene regolarizzata dalla presenza degli oli essenziali come esperidina e limonene, che prevengono l’ossidazione delle molecole di colesterolo.
– Effetto calmante, il succo di limone contiene elevate concentrazioni di potassio che agendo sull’eccitabilità di membrana cellulare, migliora la funzionalità dei neuroni, contribuendo ad esplicare un’azione calmante e rilassante.
– Antitumorale, grazie all’elevata concentrazione di limonene, questo agrume potrebbe essere impiegato come terapia preventiva nei confronti delle patologie neoplastiche, poiché aumenta il fenomeno di apoptosi cellulare, riducendo contemporaneamente la moltiplicazione incontrollabile delle cellule tumorali. In alcuni studi è stata evidenziata l’importanza della naringenina, un flavonoide dotato di proprietà antitumorali.
– Calcoli renali e biliari, la presenza di acido citrico agisce sciogliendo i calcoli renali e biliari ed i depositi di calcio in genere, provocando inoltre un aumento della diuresi.

Proprietà della tisana zenzero e limone

La tisana realizzata con zenzero e limone sfrutta l’attività sinergica dei principi attivi contenuti nei due componenti, e risulta particolarmente efficace per numerosi effetti, tra cui:
– digestione
la tisana funziona migliorando i processi digestivi ed accelerando il tempo di transito del bolo alimentare nello stomaco. Per questo motivo, trova largo impiego dopo un pranzo particolarmente pesante e ricco di alimenti grassi;
– evacuazione
la pectina contenuta nel limone, insieme con i principi attivi contenuti nello zenzero, facilita la formazione delle feci, rendendole idratate e morbide, ed evitando il ristagno a livello dell’ampolla rettale;
– eliminazione delle tossine
questa tisana svolge un ruolo particolarmente efficace per l’eliminazione delle tossine, comportandosi come una bevanda detox da assumere regolarmente tutte le mattine appena svegli;
– azione disinfettante
la vitamina C presente sia nel limone che nello zenzero esplica una notevolissima attività antiossidante contro i radicali liberi, che disinfetta i liquidi dell’organismo (sangue e linfa), facilitando la produzione di globuli rossi, responsabili del trasporto di ossigeno nelle varie parti del corpo;
– mal di denti
l’azione sinergica di zenzero e limone presenti nella tisana, funziona come efficace disinfettante a livello di processi cariogeni delle arcate dentali e contribuisce anche ad attenuare la sintomatologia dolorosa. Per questo motivo viene consigliato di bere regolarmente la tisana dopo essersi lavati i denti e lasciandola agire per almeno cinque minuti.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

14 Comments

  1. daniela
    • Cinzia
  2. enrico
  3. sandro
  4. maria
  5. Grazia
  6. Vally
  7. serena
  8. Alfreda melandri
  9. Emilia
    • Spirito Naturale
  10. Alessandro
    • Renata
  11. AMEDEO

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner