Benefici della curcuma sul cervello, gli studi li confermano

La curcuma è una spezia rinomata per le sue incredibili proprietà a livello fisico. Oggi grazie ad alcuni studi scientifici sono emersi anche i benefici della curcuma sul cervello. La polverizzazione del rizoma della curcuma longa offre una spezia che può essere usata in molti modi differenti.  Per esempio potete usarla per arricchire i vostri piatti ma anche per realizzare tisane.

Seguici su Instagram

La curcuma comunque non fa bene solo al cervello. Svolge per esempio un’azione depurativa sul fegato. Riduce il rischio di calcoli biliari, fluidifica il sangue e sembra avere anche delle proprietà antitumorali.

Benefici della curcuma sul cervello

Qui sotto vi mostro due dei benefici della curcuma sul cervello più importanti, avvalorati da alcuni studi scientifici. Siamo lontani dall’avere conferme, questo è vero, però è importanti ogni passo verso il progresso e a noi interessa molto quello svolto nel campo di prodotti come la curcuma che offrono proprietà interessanti riducendo sensibilmente le classiche controindicazioni.

Loading...

Promuove l’autoguarigione del cervello

Responsabile di quasi tutti i benefici della curcuma è la curcumina, la quale va a stimolare le cellule nervose adibite alla riparazione del cervello. Promuove quindi l’autoguarigione. E’ stata fatta la scoperta grazie a dei ricercatori che hanno testato gli effetti della curcumina su animali con lesioni cerebrali, tra cui l’ictus.

Secondo i risultati la curcumina favorisce la cicatrizzazione dopo il danno e previene anche i problemi. Sempre lo studio sugli animali ha dimostrato che somministrando entro 20 minuti dal ritorno del flusso sanguigno in seguito a un ictus una dose di 1-2 mg per kg dell’animale, il danno si era ridotto in modo notevole.

Tutto questo seguito da altri benefici che promuovono appunto la rigenerazione del cervello, come il fatto di mantenere buoni i livelli di enzimi antiossidanti protettivi.

Seguici su Instagram

Uno studio in merito è stato pubblicato anche dalla rivista scientifica Stem Cell Research and Therapy. Lo studio è stato condotto dai ricercatori dell’Institute of Neuroscience and Medicine (i Germania). In pratica hanno somministrato l’ar-turmerone che ha portato il cervello a migliorare la sua capacità di ripararsi fino all’80%.

La curcumina poi, nota per la sua azione antinfiammatoria, interviene sul corpo e sul cervello per rallentare l’insorgenza di una malattia degenerativa.

Migliora la memoria

La curcuma secondo uno studio condotto dall’Università della California a Los Angeles può migliorare la memoria e la capacità di mantenere l’attenzione più a lungo nelle persone adulte. Per ottenere questo effetto benefico occorre assumere giornalmente l’integratore di curcuma. Praticamente va a diminuire la presenza di agenti tossici nell’organismo, migliorando l’umore e la memoria.

Per eseguire lo studio, pubblicato poi sull’American Journal of Geriatric Psychiatry, sono state prese in esame 40 persone adulte con un’età compresa tra i 50 e i 90 anni. I partecipanti prima dello studio soffrivano già di lievi problemi di memoria.

Come accade sempre in questi studi, le persone sono state divise in due gruppi. Il primo ha assunto ogni giorno per 18 mesi 90 ml di curcumina. Il secondo gruppo invece un placebo.

Ogni sei mesi venivano sottoposti a test cognitivi per valutare gli eventuali cambiamenti e sono state eseguite scansioni PET per monitorare anche l’attività del cervello. Sono stati registrati miglioramenti effetti oltre che anche un miglioramento generale dello stato di salute.

Conclusioni

La curcuma oggi è considerata una spezia dalle proprietà incredibili e questo era già noto nella medicina ayurvedica. Gli studi che vengono fatti oggi per quanto riguarda quelli che sono i benefici della curcuma sul cervello possono portare a grandi risultati e potrebbero migliorare la qualità della vita di quelle persone che soffrono di Parkinson, sclerosi multipla, Alzheimer etc.

Nella vita di tutti i giorni la curcuma ha effetti benefici sul cervello aiutandoci a ricordare meglio le cose, essere più concentrati su quello che facciamo. Possiamo usare quindi la curcuma in cucina per arricchire i nostri piatti ma anche per realizzare oli e tisane che ci aiutano a integrarla in modo completo e sano nella nostra vita.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

3 Comments

  1. Cerquetti carlo 31 Maggio 2017
  2. Angela De Rossi 17 Giugno 2017
  3. Lore 11 Novembre 2018

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.