Riflessologia Plantare: i punti da stimolare per stare meglio.

Partiamo dal principio. Cos’è la riflessologia plantare? Sappiamo che si tratta di una tecnica cinese per equilibrare energeticamente il corpo.

Durante il massaggio vengono stimolati i punti riflessi che si trovano sotto la pianta dei piedi. È un trattamento molto benefico perché permette all’energia di circolare liberamente, svolgendo così un’azione preventiva e benefica su qualsiasi organo e tessuto.

Gli esperti di questa disciplina sanno bene che toccando un punto preciso ottengono un’azione specifica nel corpo, così da intervenire su squilibri e problemi vari. Esiste infatti una mappatura precisa e dettagliata che guida il riflessologo.

Sulla stessa base si fonda per esempio anche l’agopuntura, la moxibustione, lo shiatsu e tante altre discipline orientali che, come sappiamo, a differenza della nostra tengono in considerazione il corpo, la mente e lo spirito e soprattutto si basa sull’idea che la salute deve essere prima mantenuta e in secondo luogo ripristinata.

Punti della riflessologia plantare da toccare per star meglio

La pianta dei piedi può essere massaggiata seguendo una vera e propria mappatura. In base a dove toccate stimolate organi o parti del corpo, ottenendo delle volte benefici quasi immediati. Ecco perché un massaggio ai piedi ben fatto è un toccasana per l’intero organismo!

Qui sotto trovate una serie di punti riflessi che potete toccare per stare bene.

Massaggiando il tallone per esempio ottenete benefici alle ovaie e i testicoli, intervenite su questi organi riproduttivi in modo molto diretto. Se massaggiate poco più sopra invece intervenite sul nervo sciatico e riuscite a ridurre il dolore provocato da un’eventuale infiammazione locale.

Un altro punto molto importante è l’alluce, massaggiandolo potete ottenere benefici alla testa e alleviare disturbi come l’emicrania. La mappa dei piedi è particolarmente ricca di punti da toccare e descriverli è difficile, sicuramente è molto più d’impatto un’immagine che li illustra nel dettaglio.

Come eseguire il massaggio sui punti riflessi

Sicuramente la miglior scelta è quella di rivolgersi a un professionista così da ottenere il massimo da questa tecnica antica più di 1000 anni. Potete però farvi un auto-massaggio e iniziare a sperimentare i benefici della riflessologia plantare. È un buon modo per prendervi cura di voi stessi.

Tutto ciò che vi serve è 15 minuti tutti per voi. Dovete sedervi e poggiare la caviglia sulla coscia. Usate i pollici per massaggiare i punti importanti sul piede. Iniziate a massaggiare il lato interno, corrispondente tra le altre cose alla colonna vertebrale. Passateci il pollice tre volte avanti e indietro. Massaggiate poi una per una le dita dei piedi, passate a tutta la zona interna del piede fino ad arrivare ai talloni, i quali se stimolati correttamente portano benefici alle funzioni sessuali.

Benefici della riflessologia plantare

Lavorando sulla pianta dei piedi e massaggiandola ottenete molti benefici. Effetti riscontrati sia da chi ha avuto modo di testarla e vedere di conseguenza dei miglioramenti sul proprio stato di salute, sia dai medici che hanno studiato la riflessologia plantare constatandone in molte circostanze l’efficacia.

La riflessologia plantare lavora in particolar modo sulle tensioni, le infiammazioni e le congestioni. Lo scopo delle sedute è quello di ripristinare l’equilibrio. E’ indicata per esempio in caso di mal di schiena e di mal di testa, problemi ossei. Può aiutare per esempio in caso di stress, ansia, attacchi di panico ma anche gestione delle dipendenze. Chi per esempio vuole smettere di fumare trova grandi benefici dalla riflessologia plantare.

Vediamo nel dettaglio alcuni degli effetti benefici di questa tecnica.

  • Aiuta a depurare l’organismo stimolando all’azione quei processi che si occupano di espellere le tossine. Agisce appunto sugli organi emuntori.
  • Interviene non solo sulla circolazione dell’energia ma anche quella sanguigna e linfatica. Ciò comporta una serie di effetti benefici davvero importanti, come un sistema circolatorio molto più sano, la prevenzione di problemi quali la ritenzione idrica, una sensazione di leggerezza alle gambe etc.
  • Migliora l’umore. Grazie a un massaggio ai piedi effettuato con la conoscenza dei punti riflessi da stimolare ecco che si può intervenire sull’ansia e di conseguenza sui problemi d’insonnia che scaturiscono dai troppi problemi e pensieri.
  • Aiuta i problemi respiratori. Molte persone sono riuscite a ottenere benefici di vario genere anche quando si parla di respirazione. Per esempio permette di vedere miglioramenti in caso di asma.
  • Con la riflessologia plantare potete ridurre una serie di dolori come il mal di testa e il mal di schiena.

Ci sono controindicazioni?

Nonostante si tratti di una pratica generalmente molto benefica presenta alcune controindicazioni. Per esempio è sconsigliato l’auto massaggio in caso di:

  • Problemi circolatori importanti, come per esempio chi è a rischio di trombi o emboli
  • In gravidanza è sempre bene sentire prima il medico
  • Le donne che soffrono di ciclo mestruale molto abbondante.
  • Se sono in corso delle infiammazioni acute
  • In caso di micosi estese al piede
  • Dovrebbe essere evitato anche quando si ha la febbre
  • Potrebbe provocare alcuni problemi anche qualora chi si sottopone è sotto farmaci, ha problemi di alcolismo o di droghe.


Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.