9 benefici dell’alloro, come si usa e quali sono le sue controindicazioni

La pianta di alloro in cucina non può di certo mancare, si tratta di un ingrediente ottimo per insaporire primi e secondi piatti. I suoi usi interessano sia il settore alimentare che quello della fitoterapia. Infatti le proprietà e i benefici dell’alloro sono note fin dai tempi antichi! Oggi vi parliamo sia dei benefici della pianta che di quelli che riguardano il suo olio essenziale. Noto come antinfiammatorio ed espettorante, l’alloro dovete utilizzarlo con moderazione per non andare incontro ad alcune delle sue possibili controindicazioni.

La pianta è nota a livello botanico come Laurus nobilis. Nel nostro Paese è comune da vedere, specialmente come siepe nei giardini non è affatto insolita da trovare. Tuttavia se pur bella da vedere non è nel suo massimo splendore, visto che l’alloro può superare tranquillamente gli 8 metri in altezza, al contrario delle siepi in cui è piuttosto sacrificato e non è (di norma) oltre i 2 metri.

Dovete sapere che l’alloro è estremamente versatile, la sua fama è dovuta sia alle proprietà che possiede che agli usi in cucina. Se inoltre consideriamo che gli antichi greci lo impiegavano anche per la creazione della corona d’alloro o “corona trionfale” è facile dedurre l’importanza che questa specifica pianta ha per la storia dell’uomo.

Ancora oggi in India e in Cina l’alloro trova infatti grandi utilizzi. Nella medicina Ayurveda è appunto un grande alleato dell’organismo, così come per la medicina cinese. È giunto adesso il momento di cominciare a parlare dei benefici che nel nostro Paese sono suggeriti grazie all’alloro.

9 benefici dell’alloro

  1. Digestivo

    L’alloro offre molti benefici all’organismo, tra questi uno dei più noti è sicuramente l’effetto digestivo. Numerosi medici nutrizionisti possono infatti consigliarvi la pianta in cucina, quindi aggiunta come spezia in varie ricette, oppure assunta sotto forma di infuso. Quest’ultimo esercita maggiore efficacia perché più diretta.

  2. Rilassante per il sistema nervoso

    Più precisamente l’alloro vi sostiene quando andate a dormire, ovvero sarete più rilassati al momento di coricarvi Inoltre può sostenervi in caso di insonnia, rendendovi il disturbo meno frequente e intenso. Generalmente a tale proposito viene consumata la tisana di alloro.

  3. Rafforza l’apparato scheletrico

    Molte sono le piante che sostengono le ossa, i denti e l’intero organismo. Tutto questo è possibile grazie al giusto apporto di sostanze utili. Tra queste rientrano i sali minerali (sopratutto potassio e calcio) e le vitamine. L’alloro viene dunque suggerito come integratore naturale in molti regimi alimentari proprio perché è ricco di ciò di cui il corpo ha bisogno.

  4. Immunostimolante

    Aumenta le difese immunitarie dell’organismo, ciò vi permette di affrontare meglio l’inverno. Dato che con il cambio di stagione e l’arrivo del freddo il corpo è più a rischio di essere colpito da malattie influenzali e non solo. Dunque tra i rimedi naturali potete sfruttare il Laurus nobilis.

  5. Antinfiammatorio

    Le foglie di questa pianta sono la parte che trova i maggiori utilizzi, l’alloro è anche un antinfiammatorio piuttosto conosciuto oltre che buon digestivo e antidolorifico. In presenza di dolori articolari, reumatici ed emicrania può darvi buoni risultati. Anche se parliamo di sindrome premestruale, quindi è l’ideale per lenire alcuni sintomi tipici.

  6. Circolazione del sangue

    Nella composizione chimica del Laurus nobilis si annoverano molte sostanze. Gli esperti dopo aver studiato la pianta, si sono resi conto che con un impiego giusto e non troppo frequente l’alloro si dimostra adatto per migliorare la circolazione del sangue. Quindi potete considerarlo un buon alleato per regolare la pressione.

  7. Disintossicante

    Nei confronti del fegato agisce come disintossicante, quindi è utile per eliminare scorie e tossine dal corpo. Potete sfruttare l’alloro come tisana per esempio ma un buon consiglio è quello di usarlo proprio per insaporire i piatti cos’ da ottenerne un doppio vantaggio.

  8. Diuretico

    Tra le moltissime proprietà della pianta non possono mancare quelle diuretiche, queste sono adatte per stimolarvi durante la minzione. Facendo pipì il corpo si depura dalle sostanze dannose, le quali si accumulano nella vescica.

  9. Espettorante

    Lo potete definire ben più di un rimedio della nonna per trattare i disturbi respiratori causati da naso chiuso e muco. Liberando le vie aeree potete infatti provare piacere e tornare ad avere il buon umore.

Olio essenziale di alloro

Dalla pianta dell’alloro viene ricavata la sua essenza. Si tratta di un olio molto apprezzato in aromaterapia, il quale vi permette di ottenere non pochi benefici. Le industrie lavorano i rametti e le foglie dell’alloro al fine di ricavarne la preziosa sostanza. Queste parti vengono messe a essiccare e non appena sono pronte, sono sottoposte a un trattamento noto come distillazione in corrente di vapore. Ma adesso vediamo i benefici dell’olio essenziale di alloro.

  • Digestivo. Tra gli effetti più apprezzati dell’olio essenziale di alloro, rientrano le sue proprietà digestive. Non dovete però assumerlo così, il trattamento prevede una quantità minima da mescolare con il miele. Quest’ultimo un altro grande alleato per il corpo e utile anche per il sistema digestivo. Fate attenzione ad assumere le essenze per via interna e assicuratevi con l’erborista o il medico di poterle prendere.

  • Stimolante. Potete inalare l’odore di questa essenza per avere subito un buon rimedio adatto a combattere lo stress e la spossatezza mentale. L’essenza qui presente è utile anche se parliamo di ansia e difficoltà di attenzione. Pare suggerito da molti anche per aumentare la memoria.

  • Pelle e capelli. Trova uso come alleato in caso di disturbi cutanei come appunto l’acne o le eruzioni. È inoltre impiegato contro la forfora e in caso di alopecia. Si tratta di un prodotto dai molti usi, anche se la pianta stessa offre più occasioni per essere sfruttata.

  • Mal di pancia. Attraverso i massaggi l’olio essenziale può lenirvi il mal di pancia. Anche in caso di flatulenza pare sia una preziosa essenza per quanto riguarda i rimedi naturali.

Usi dell’alloro

In cucina

Le foglie trovano tantissimi usi, partiamo dalla cucina in cui potete sfruttarlo per insaporire le ricette. Lo dovete assimilare in piccole quantità, considerate che sta bene con i legumi e inoltre ne migliora la loro digeribilità. Per cui piselli, lenticchie, farro etc. Perfetto anche con la carne, le ricette più indicate sono i piatti a base di coniglio, maiale e bovini. Adesso con l’arrivo della stagione fredda, non dimenticatevi le moltissime zuppe in cui lo potete integrare. Assunto come bevanda invece, vi sarà utile per la sindrome premestruale, come infuso immunostimolante, diuretico, disintossicante e non solo.

Decotto di alloro, come si prepara

A seguire potete assumere il decotto di alloro, sempre realizzata con le sue foglie.

Ingredienti:

  • 1 tazza d’acqua
  • 10 foglie di alloro

Procedimento

  • Mettete dell’acqua sul fuoco
  • Aggiungete le foglie di alloro
  • Quando l’acqua inizia a bollire contate cinque minuti e poi spegnete
  • Potete aggiustare il sapore con un po’ di limone
  • Zuccherate il decotto con un po’ di miele se il gusto non vi piace

Come usare l’olio essenziale

Foglie e rametti come detto precedentemente sono impiegati per la realizzazione dell’olio essenziale. Dunque, non resta adesso che darvi alcune informazioni su questo olio ideale sia per mente che per corpo.

L’olio essenziale di alloro lo dovete sempre diluire in olio vettore. Quando lo impiegate sulla pelle infatti dovete rispettare la giusta posologia e farvi suggerire quale prodotto è più indicato per la diluizione. In genere usando già l’olio extravergine d’oliva potete ottenere un’ottima miscela. Gli usi più noti sono questi riportati qui sotto:

  • Aromaterapia. Dovete inalarlo, quindi utilizzando un bruciatore di essenze aggiungeteci 1 goccia per ogni mq dell’ambiente. Servirà a rilassarvi, le vostre tensioni saranno diminuite, se soffrite di stress noterete anche dei cambiamenti. In più si dimostra un tonico per la mente.

  • Digestivo. 2 gocce in un cucchiaio di miele oppure all’interno di una tisana di vostra scelta. Viene suggerito sempre dopo i pasti. Chiedete a un esperto per quanto riguarda la frequenza del trattamento.

  • Olio per massaggi. In un olio vettore (come quello di mandorle dolci) potete aggiungere poche gocce di questa essenza. Massaggiate per acquisire le fantastiche proprietà dell’olio essenziale di alloro. È ottimo per la pelle, inoltre allevia alcuni disturbi come i dolori articolari e il mal di testa (massaggiato sulle tempie).

  • Vasca da bagno. In caso di stress, reumatismi o dolori articolari potete aggiungere alcune gocce nella vostra vasca da bagno, utilizzate l’acqua calda per provare un maggiore piacere. Sempre attraverso il bagno, non dimenticatevi che aggiunto in uno shampoo neutro si rivela indicato per combattere la forfora e la caduta dei capelli.

  • Repellente per insetti. Pare anche un buon rimedio naturale contro alcuni tipi di insetti. Dovete solamente utilizzare le foglie di alloro, queste hanno un’azione repellente. Meglio ancora però è l’essenza, la quale è più forte e d’impatto. Le potete fare essiccare, ridurre in polvere e dopodiché lasciare nelle zone dove appunto sapete di avere visto “ospiti indesiderati”. Come per esempio i balconi e le finestre.

Controindicazioni dell’alloro e dell’olio essenziale di alloro

La pianta di alloro non dovete assumerla in grandi quantità, altrimenti potete andare in contro a non pochi effetti collaterali. Mal di pancia, nausea e vomito sono tra i tre sintomi più comuni se abusate di questo rimedio. Tuttavia, tra le controindicazioni più degne di nota c’è l’azione narcotica che può sprigionare la pianta. Naturalmente questo è evitabile se non abusate del Laurus nobilis.

Parlando dell’alloro sotto forma di olio essenziale vi ricordo che può dare luogo ad allergie che si manifestano anche sotto forma di eruzioni cutanee. Dovete sempre diluirlo perché risulta altrimenti irritante per la pelle. L’uso frequente non è indicato, una regola che dovete sempre tenere a mente. Può risultare altamente irritante per gli occhi, quindi attenzione durante l’impiego che non vi entri in contatto. Può dare anche effetti narcotici proprio come le foglie, questi presenti se vi è stato un impiego sconsiderato. Infine tenete presente che i bambini e le donne in dolce attesa devono evitarlo.

Non dovete dimenticare che l’uso di una pianta o di un olio essenziale non deve mai essere troppo frequente ed effettuato senza rispettare le giuste quantità. Per qualunque dubbio in proposito rivolgetevi al vostro medico curante e ricordate che i rimedi naturali non possono sostituire la medicina moderna ma possono aiutarvi a risolvere piccoli problemi o alleviare i sintomi.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

5 Comments

  1. giovanna sallustro 17 Febbraio 2017
  2. Lucia 18 Febbraio 2017
    • Pina 29 Marzo 2017
  3. Antonietta Papalia 5 Ottobre 2017
  4. Enza 26 Gennaio 2018

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.