Olio 31: proprietà, benefici e i suoi innumerevoli utilizzi

Loading...

Importanza dei prodotti erboristici

Attualmente le scelte dei consumatori sono sempre più orientate verso il settore dei prodotti erboristici per quanto riguarda non soltanto gli aspetti estetici, ma anche quelli relativi al benessere e alla salute del corpo.

I preparati realizzati con componenti naturali offrono numerosi vantaggi dato che quasi sempre non provocano effetti avversi né locali né tantomeno sistemici.

Questo dipende dal fatto che l’organismo riconosce come “propri” i principi attivi contenuti nelle sostanze erboristiche dato che essi derivano propriamente dalla natura.

Molto spesso invece i prodotti artificiali, oltre a derivare da procedure chimiche che presuppongono l’impiego di molecole sintetiche, contengono anche additivi e conservanti, il cui ruolo risulta particolarmente controverso.

L’erboristeria è quella branca scientifica che si occupa della lavorazione di erbe officinali e di piante medicinali, allo scopo di produrre cosmetici oppure integratori alimentari e nutraceutici.

L’antichissima tradizione relativa all’uso dei vegetali risale a molti secoli fa, quando questi rimedi rappresentavano l’unico mezzo per curare malattie e disturbi di varia natura.

Le tre principali correnti erboristiche si risollegano a:
– tradizione greca e romana;
– tradizione indiana ayurvedica;
– tradizione cinese.

Nonostante si tratti di culture di popoli estremamente distanti tra loro, il fattore che accomuna tutte queste correnti naturali è quello di utilizzare solo ed esclusivamente elementi tratti dal regno vegetale, raccolti, lavorati e conservati soltanto tramite metodologie naturali.

I procedimenti di lavorazione di questi prodotti si basano su diverse metodiche, comprendenti la macerazione, l’essicazione, l’infusione e la distillazione.

Utilizzando componenti erboristici i farmacisti sono sempre stati in grado di formulare preparazioni galeniche, la cui efficacia è riconosciuta da sempre.

Il settore cosmetico è probabilmente quello che ha visto il maggiore sviluppo dell’impiego delle erbe forse perché l’apparato tegumentario rappresenta uno dei punti critici dell’organismo, essendo molto sensibile e facilmente irritabile.

Per minimizzare i rischi di disturbi cutanei provocati dal contatto con sostanze sintetiche non sempre ben tollerate, le tendenze comuni si rivolgono al settore della fitocosmesi, in grado di associare una notevole efficacia e la quasi completa assenza di effetti collaterali.

Che cos’é Olio 31

Prodotto con una miscela unica di erbe, l’Olio 31 è dotato di proprietà lenitive, cosmetiche, terapeutiche e preventive derivanti dall’attività sinergica dei 31 principi attivi che lo costituiscono.

Il mix delle 31 piante officinali che si trovano in questo prodotto è stato dosato con metodi scientifici e con numerose sperimentazioni, fino ad arrivare alla formulazione definitiva dell’olio.

Grazie all’impiego di un’antica ricetta svizzera, il preparato sfrutta le benefiche proprietà di radici, bacche, foglie e fiori di 31 differenti vegetali, la cui caratteristica principale risiede nell’assoluta purezza dei componenti.

La prima operazione necessaria per ottenere l’olio è quella della raccolta delle piante che devono avere raggiunto il giusto grado di crescita e di maturazione.

Di solito esse entrano subito nel ciclo di lavorazione per mantenere inalterate tutte le loro caratteristiche organolettiche; nei casi in cui questo non sia possibile, i vegetali subiscono un’operazione di conservazione naturale, finalizzata a rispettare i relativi cicli biologici.

Segue poi una puntuale e meticolosa fusione dei 31 principi attivi che, dopo specifiche estrazioni, vengono utilizzati in purezza e in ambienti assolutamente sterili, per evitare qualsiasi rischio di contaminazione.

L’assoluta efficacia del prodotto deriva dallo straordinario cocktail di 31 piante coltivate prevalentemente in ambiente alpino.

I vegetali da cui si estraggono i principi attivi sono i seguenti:
– eucalipto;
– anice;
– rosmarino;
– menta crispa;
– menta piperita;
– cannella;
– arancio dolce;
– chiodi di garofano;
– pino pumilio;
– timo;
– citronella;
– pino silvestre;
– finocchio;
– noce moscata;
– mirra;
– melissa;
– aneto;
– salvia;
– ginseng;
– verbena;
– vaniglia;
– alpinia;
– mentolo;
– violetta;
– legno di rosa;
– limone;
– cumino;
– aglio;
– tea tree;
– benzoino;
– macis.

Si tratta di piante comunemente presenti nel regno naturale, che, presi separatamente, costituiscono altrettanti componenti di numerose soluzioni erboristiche.

La presenza concomitante di tutti i 31 elementi in un unico prodotto garantisce la massima efficacia proprio in quanto riesce a potenziare le singole caratteristiche in un’azione sinergica multifattoriale.

Quali sono i benefici dell’olio 31

I numerosi benefici derivanti dall’impiego dell’olio 31 sono riconducibili praticamente a tutte le funzioni metaboliche dell’organismo, dato che gli apparati delle varie sezioni anatomiche del corpo sono in grado di sfruttare in pieno le attività fitoterapiche del prodotto.

– Sistema respiratorio

Grazie alle sue proprietà balsamiche derivanti dalla presenza di eucalipto, pino sivestre, pino pumillo, mirra. salvia, timo, mentolo e benzoino, il prodotto agisce come espettorante naturale in caso di ipersecrezione mucosa delle prime vie aeree, contribuendo a limitare le conseguenze dei malanni da raffreddamento.

L’olio 31 trova largo impiego sia per inalazioni (è sufficiente scioglierne 5-10 gocce in un litro di acqua bollente per poi aspirare il vapore), sia come adiuvante a soluzioni per aerosol.
In casi particolarmente gravi è opportuno instillare le gocce direttamente nelle narici e procedere con una profonda inspirazione, fino a ottenere un immediato sollievo.

Il prodotto può essere utilizzato anche per realizzare massaggi sul torace, sulla gola o sulle tempie, per consentire alle esalazioni terapeutiche di raggiungere le vie aeree nasali e laringee.

Effettuando regolarmente dei gargarismi con un bicchiere di acqua tiepida contenente 5 gocce di olio 31 è possibile combattere infiammazioni delle gengive, eliminare l’alitosi e accelerare i tempi di guarigione delle piccole ferite del cavo orale.
Quando sono presenti affezioni cariogene, le pennellature con olio 31 puro si sono rivelate un efficace terapia antidolorifica, grazie all’azione antisettica di rosmarino, cannella, chiodi di garofano, mirra, aneto, aglio e limone.
Per i fumatori che solitamente conservano il sapore del tabacco per tutta la giornata, uno sciacquo con una soluzione di acqua e 10 gocce di prodotto consente di eliminare l’alito cattivo.

– Apparato muscolare

L’olio 31 è dotato di proprietà antinfiammatorie molto potenti in quanto numerosi principi attivi vegetali controllano la sintesi dei neuromediatori del dolore (prostaglandine).
In caso di disturbi al rachide cervicale, di lombalgia e sciatalgia, di rigidità agli arti, di artrosi e di emicrania tensiva, un massaggio con poche gocce di prodotto puro garantisce un immediato sollievo.
Alcuni studi epidemiologici hanno evidenziato l’efficacia del prodotto, paragonabile a quella dei farmaci di sintesi (FANS).

– Apparato uro-genitale

In caso di dismenorrea (mestruazioni dolorose), l’olio 31 può venire impiegato per effettuare massaggi a livello del basso ventre; in questo modo i principi attivi penetrano attraverso la pelle, raggiungendo l’apparato genitale femminile.
L’immediato sollievo sembra essere riconducibile al rilascio di endorfine, molecole fondamentali per il benessere dell’organismo.
I reni e il sistema urinario vengono stimolati a funzionare meglio, aumentando la velocità di filtrazione glomerulare e ottimizzando i processi di minzione nelle 24 ore.

– Sistema tegumentario

Quando l’epidermide appare sfibrata, secca, disidratata, senza turgore oppure ricca di impurità, un uso costante di olio 31 da massaggiare delicatamente due volte al giorno ha ottenuto eccellenti risultati.
Grazie alla presenza di tea tree, legno di rosa, verbena, vaniglia e limone (particolarmente ricco di agenti antiossidanti), questo preparato è in grado di contrastare la formazione delle rughe da espressione, contribuendo a nutrire la pelle assicurando il giusto grado d’idratazione.

Essendo dotato di efficaci proprietà lenitive, l’olio 31 trova grande impiego anche dopo la depilazione per alleviare arrossamenti e irritazioni, oppure in seguito a punture d’insetti.
Per l’uomo, esso è indicato come un ottimo dopobarba naturale, soprattutto in caso di pelle sensibile alla fase di post-rasatura.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.