10 consigli per un bucato impeccabile (metodi naturali)

Per avere capi perfetti non è sempre necessario ricorrere ai prodotti chimici, che contengono sostanze potenzialmente dannose per l’ambiente e per la salute. Esistono diverse alternative naturali che disinfettano e sbiancano in modo efficace, permettendo di coniugare rispetto per l’ambiente e risparmio.

Seguici su Instagram

Vuoi scoprire come togliere le macchie più ostinate, eliminare i cattivi odori e recuperare indumenti che credevi persi in modo del tutto naturale? Ecco i 10 consigli per un bucato impeccabile.

1. Sbianca il bucato con la cenere

Per sbiancare il bucato non è sempre necessario ricorrere alla candeggina. La cenere del camino è un ottimo agente sbiancante: non a caso le nostre bisnonne la utilizzavano per fare il bucato e per pulire la casa. In realtà non si usa la cenere pura, ma la lisciva, che si ottiene setacciando la cenere e facendola bollire nell’acqua per 2-3 ore in una pentola (non di alluminio). Il rapporto cenere/acqua deve essere di 200 gr di cenere ogni litro di acqua. A bollitura ultimata, si lascia riposare il composto per una notte e si filtra con un panno di cotone.

Loading...

Il liquido più o meno limpido così ottenuto è la lisciva. Quando fai il bucato a mano, immergi i panni sporchi in questo liquido, oppure mettine una piccola dose in lavatrice per intensificare l’azione del detersivo. I panni saranno così ben detersi, sbiancati e profumeranno di fresco.

2. Elimina i cattivi odori con l’aceto

Con l’arrivo dell’estate, i cattivi odori si intensificano e diventa più difficile eliminarli dagli indumenti, anche dopo un lavaggio in lavatrice. Innanzitutto è consigliabile lasciare asciugare i panni madidi di sudore all’aria aperta prima di metterli nel cesto della biancheria, per non creare un ambiente ideale alla proliferazione di batteri. L’aceto, sia bianco che di mele, è il prodotto ideale per eliminare gli odori dai vestiti.

Immergi gli abiti in un catino in cui avrai versato un bicchiere di aceto insieme all’acqua fredda. Lascia in ammollo per mezz’ora, quindi infila in lavatrice. Se vuoi evitare il fastidio del pre-ammollo, aggiungi 1/2 bicchiere di aceto durante il ciclo di lavaggio. In alternativa all’aceto, cospargi sugli indumenti 1/2 tazza di bicarbonato, ottimo alleato contro gli odori sgradevoli.

3. Rimuovi le macchie di sudore in modo naturale

Tra le macchie più insidiose che minacciano i vestiti ci sono gli aloni di sudore. L’aceto è molto efficace contro questo tipo di macchie: mescola un bicchiere di aceto con una pari quantità di acqua fredda, tampona la parte interessata e poi immergi gli indumenti in una bacinella con altra acqua. Dopo circa un’ora di ammollo, fai la lavatrice.

Un altro rimedio green per eliminare gli aloni di sudore è quello di spremere il succo di 1/2 limone e versarlo direttamente sulle macchie quando i capi sono ancora asciutti. Dopo circa 30 minuti, si può procedere con il normale lavaggio. Il bicarbonato ha proprietà sbiancanti e sterilizzanti e può quindi essere utilizzato come pre-trattante per le macchie di sudore: basta cospargere la macchia con un po’ di bicarbonato, sfregare con il sapone di Marsiglia e lasciare agire prima di procedere con il consueto lavaggio.

4. Elimina i batteri con il tea tree oil

Il tea tree oil è un antibatterico naturale e può quindi essere d’aiuto per sterilizzare i panni, eliminando eventuali acari e batteri. Prepara un miscuglio unendo 1/2 tazza di bicarbonato con 10 gocce di olio essenziale di tea tree e amalgama bene i due ingredienti in modo da ottenere un composto uniforme dalla consistenza cremosa.

Cospargi il composto sui vestiti, insistendo su eventuali macchie, e lascialo agire. Trascorsi 45 minuti, elimina i residui per mezzo di una spazzola, poi procedi con il consueto lavaggio. I tuoi capi saranno perfettamente puliti, profumati e igienizzati e i capi ingialliti torneranno come nuovi.

5. Tieni pulita la lavatrice

La guarnizione e il cestello della lavatrice sono ricettacoli di batteri, muffe, calcare, accumuli di detersivo e cattivi odori, elementi che possono vanificare l’efficacia del lavaggio. Un bucato impeccabile passa anche dalla pulizia della lavatrice. Per pulire il cestello, passa un panno umido imbevuto in acqua e bicarbonato oppure versa all’interno della lavatrice e nella vaschetta del detersivo un bicchiere di aceto bianco.

Fatto ciò, procedi con un lavaggio a vuoto a 90°, in modo da rimuovere i residui di sporco e uccidere i batteri. Per igienizzare la guarnizione, dove la muffa prolifera più facilmente, realizza un composto omogeneo con succo di limone, aceto e bicarbonato. Strofina l’impasto sulle parti in gomma con un vecchio spazzolino da denti.

Seguici su Instagram

6. Togli le macchie di erba con il Sapone di Marsiglia

È possibile eliminare praticamente qualsiasi tipo di macchia senza usare prodotti chimici, che non solo rovinano i tessuti, ma ti costringono ad inalare sostanze tossiche. Una delle tecniche migliori per rimuovere le macchie d’erba è quella di sfregare il sapone di Marsiglia sulla parte interessata, lasciando il capo in ammollo in acqua fredda per un’ora prima di lavare come d’abitudine.

Un altro metodo infallibile per un bucato impeccabile consiste nel versare un po’ di succo di limone sulla macchia d’erba, strofinarci sopra del sale e lasciare agire per un’ora prima di procedere con il normale lavaggio.

7. Elimina le macchie di caffè con succo di limone e sale

Succo di limone e sale sono l’accoppiata vincente per eliminare le macchie di caffè dai vestiti senza danneggiare i tessuti. Prepara un composto con questi due semplici ingredienti, mettilo sulla macchia e lascialo agire per circa un’ora. Trascorso il tempo necessario, strofina la parte trattata e sciacqua il capo con acqua prima di procedere con il solito lavaggio.

Puoi realizzare un potente smacchiatore naturale anche unendo 2 cucchiai di aceto di mele con 6 cucchiai di acqua distillata. Applica la soluzione sulla macchia di caffè e lasciala agire per 15 minuti, dopodiché strofina con una spazzola fino alla scomparsa dell’alone e lava come di consueto.

8. Il limone contro le macchie di olio

Le macchie di olio sui tessuti sono tra le più difficili da eliminare. La regola più importante è agire con tempestività in modo da evitare che il grasso penetri in profondità. Un trucco per facilitare la rimozione delle macchie d’olio è quello di tamponare la zona da trattare con della carta assorbente e poi sfregare con una generosa dose di sale.

Successivamente sfrega sulla macchia di olio una fetta di limone che, grazie al potere sgrassante dell’acido citrico, farà tornare il capo come nuovo senza compromettere l’integrità dei tessuti.

9. Bucato morbido e profumato senza prodotti chimici

Gli ammorbidenti chimici sono appositamente formulati per persistere a lungo nelle fibre, quindi i loro componenti, oltre ad avere un impatto ambientale altissimo, stanno a contatto con la pelle tutto il giorno, con conseguenze nocive per la salute. Il miglior prodotto naturale per ammorbidire i panni è l’acido citrico, che ha la capacità di sciogliere il calcare che si deposita sulle fibre, indurendole, e può essere utilizzato anche per i capi dei bambini perché non contiene allergeni.

Per preparare l’ammorbidente naturale, versa 150 gr di acido citrico in una bottiglia, aggiungi un litro d’acqua demineralizzata e agita bene per far sciogliere la polvere. Usa 100 ml di ammorbidente per un bucato da 4-5 kg. Per ottenere un bucato profumato, aggiungi alcune gocce del tuo olio essenziale preferito nella vaschetta del detersivo.

10. Smacchia con il latte

Oltre ad essere un alimento molto nutriente, il latte è un eccellente smacchiatore e questo lo rende un ottimo alleato naturale per un bucato impeccabile. Il latte si presta a togliere macchie difficili, come quelle d’inchiostro o di vino, dai tessuti delicati. Per eliminare le macchie d’inchiostro, versa il latte freddo sulla parte interessata, lascia agire e poi lava come al solito. Per quanto riguarda il vino, riscalda il latte e versalo sulla macchia.

Il latte è indicato anche per togliere le macchie di muffa dai tessuti. In questo caso, immergi il capo in un catino contenente latte bollente, dopodiché risciacqua con acqua fredda. Infine, con il latte puoi dare nuova vita ai capi ingialliti. A questo scopo, immergi gli indumenti per 30 minuti in acqua e latte tiepido, mettili ad asciugare lontano dal sole e procedi con il consueto lavaggio.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Loading...

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

banner