Perché a volte rompere i legami familiari fa bene alla salute

Perché a volte rompere i legami familiari fa bene alla salute

La famiglia dovrebbe essere sempre il rifugio da chi ci fa stare male, dovrebbe sostenerci e proteggerci. A volte, però, le cose possono notevolmente complicarsi.

Succede che molte persone provano un senso di colpa talmente grande da non riuscire a vedere altra soluzione se non quella di tagliare i ponti con uno o più familiari. Anche se questa può sembrare una scelta egoistica ma soprattutto difficile da prendere, agire per preservare il proprio benessere mentale fa bene.

Perché ci si allontana dai familiari?

Di certo si sente parlare di relazioni tossiche, soprattutto quando si parla di uomini o donne che vedono il legame affettivo come una gabbia o un luogo mentale dove scaricare tutte le proprie frustrazioni, fino a culminare in un male fisico, grande piaga della nostra società. Per i familiari la cosa è più o meno la stessa. Per proteggersi da questi legami pericolosi, quindi, è necessario prima prenderne coscienza e poi agire di conseguenza.

Quando un familiare diventa tossico?

Nei confronti della nostra famiglia nutriamo molte aspettative. Infatti speriamo sempre che sia questa a sostenerci e ad amarci in modo incondizionato, anche se sbagliamo o agiamo d’impulso. Ma quando ciò non succede vediamo che la nostra stima viene messa a dura prova.

I familiari tossici possono essere i nostri genitori o zii, cugini e altri molto vicini al nostro nucleo familiare. Cosa fare allora? Sopportare e soffrire a volte è davvero troppo, così come farsi maltrattare. Per questo motivo rompere i rapporti con questi soggetti può essere la migliore soluzione.

Le persone tossiche agiscono sulla nostra persona in modo subdolo, ci attaccano, distruggono la nostra autostima e provocano continui conflitti che sfociano anche in una violenza fisica oltre a quella verbale. Altro problema angosciante che colpisce le vittime sono anche i ricatti emotivi.

Da cosa si origina tutto questo male?

A volte le persone tossiche agiscono in modo subdolo o peggio, incosciente. Il tutto si origina da traumi pregressi, nodi irrisolti che vengono lanciati contro gli altri fino a distruggerli emotivamente.

Chi ci colpisce e ci provoca spesso è un manipolatore, una persona giudicante, cattiva e approfittatrice. Allontanarli da noi è la migliore soluzione. Vivere senza questo fiato sul collo ci aiuta a cambiare e ad essere sempre liberi da ogni condizionamento esterno.

Tutti abbiamo diritto di vivere una vita felice

Tagliare i ponti con i propri familiari fa sempre soffrire, soprattutto quando ci sono di mezzo i più piccoli, nel caso del divorzio. Questo è un gesto davvero forte e segna uno spartiacque nella nostra vita. Anche se le ferite sono grandi, queste possono guarire con il tempo. Ritrovare fiducia negli altri è possibile, quindi, non disperiamo.

Per vivere una vita serena spesso è necessario lasciarsi alle spalle il dolore, chi ci fa male e chi distrugge la nostra autostima. Definire la propria personalità è il primo passo per iniziare a “volare”.

Man mano che il tempo passa, vedere gli abusi psicologici e fisici subiti, può fare bene agli altri, ma solo se si prende coscienza di ciò che è stato. Rompere i legami con i propri familiari può essere il primo passo verso una nuova consapevolezza di che persona si vuole diventare.

Disclaimer: Questo articolo non è destinato a fornire consigli medici, diagnosi o trattamento.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.